Crea sito

Gattuso, trovata le soluzione, sbrogliata la matassa. Segnali positivi per il rinnovo di Mertens

Dries Mertens, pur avendo il contratto in scadenza continua a giocare come se sapesse di avere un futuro a Napoli, tra la bella casa a Posillipo e il San Paolo. De Laurentiis non vorrebbe privarsene

Dopo la vittoria conquistata dal Napoli al ‘Sardegna Arena’contro il Cagliari oggi si riscontra un coro di consensi per la squadra di Gattuso.

Il tecnico azzurro, anche quando si sedette sulla panchina del Milan, non ereditò una situazione brillante. Gattuso mise  in atto un principio fondamentale che vige nel calcio e che viene seguito da molti allenatori. Infatti una squadra si forma –in sede di costruzione programmatica- dalla difesa e successivamente si pianifica  un lavoro riguardante i collegamenti tra reparti.

Il tutto si può riportare anche per una squadra che deve essere rimodellata in corso d’opera.

GATTUSO E’ RIPARTITO DALLA DIFESA

Gattuso, per infortuni vari e per voler dare –in qualche modo- una momentanea  continuità al lavoro effettuato dal suo predecessore Ancelotti, ha dovuto risistemare il reparto difensivo del Napoli ed ieri –come accaduto a Milano in Coppa Italia–  la squadra non solo non ha subito goal, ma non ha permesso agli avversari di creare azioni pericolose.

Tuttosport a proposito del Napoli: “Alla “Sardegna Arena” qualche altro piccolo passo in avanti è stato fatto. Gattuso si è tuffato sul lavoro”’

Trovata le soluzione, sbrogliata la matassa, il tecnico azzurro ha dato un nuovo volto alla sua squadra. Ha fatto esprimere i calciatori in modo  semplice, rendendo facili anche cose teoricamente difficili.

Anche  Il Corriere della Sera riporta questo aspetto  “Il calcio è un gioco semplice, Gattuso è bravo a non complicarlo. Meglio far giocar male gli altri e vincere da squadra, che ostinarsi a inseguire il sogno del predominio del campo. Ecco, a Cagliari il Napoli ha dato continuità all’idea di collettivo, ha dato sostanza al pensiero unico dell’utilità, non a quello della bellezza”.

IL NAPOLI DOVREBBE TRATTENERE MERTENS

Il ‘Sardegna Arena’ ha confermato che in un Napoli, dove nell’organico mancano attaccanti di un certo spessore, vi è un certo ‘‘Ciro” che continua, con le sue notevoli prestazioni e con il cuore ad amare i colori azzurri.

Dries Mertens, disputando un ottimo match e realizzando un ‘magia’ in occasione del suo goal che ha regalato tre punti preziosissimi al Napoli, ha denotato –ancora una volta- un eccezionale attaccamento alla maglia.

Il calciatore belga è in attesa del rinnovo contrattuale con il club di Aurelio De Laurentiis. Le parti sono distanti per la cifra chiesta da Mertens, ma nasce spontanea una domanda:

Se si va sul mercato e si riesce a trovare un attaccante –anche non giovane- con un rendimento e la classe di ‘’Ciro’’ , 5-6 milioni di euro bisogna lasciarli sul piatto per comprare un simile calciatore? Probabilmente si! Il Napoli non dovrebbe  spender nulla per il cartellino del giocatore, ma solo dare un rilevante ingaggio, giustificato da ciò che è stato soprascritto, al belga.

SEGNALI POSITIVI PER IL RINNOVO DI MERTENS

Qualche segnale positivo arriva da un quotidiano napoletano:

Secondo quanto riportato da Il Mattino, l’attaccante azzurro Dries Mertens, pur avendo il contratto in scadenza continua a giocare come se sapesse di avere un futuro a Napoli, tra la bella casa a Posillipo e il San Paolo. De Laurentiis non vorrebbe privarsene, insieme studiano ipotesi di rinnovo, su cifre che tengano comunque conto dell’età del belga (33 anni tra due mesi). Il contratto di Mertens è in scadenza a giugno, ma la volontà del calciatore sembra essere quella di restare.

Vincenzo Vitiello per ForzAzzurri.Net