Crea sito

Mercato – Napoli: prove tecniche di programmazione o solo confusione

Prove tecniche di programmazione o solo confusione per la tanta ‘polvere’ alzata durante questa sessione di calciomercato invernale. Non si comprende se il Napoli stia pensando esclusivamente a giugno –ed in tal caso vi sarebbe anche una logica di programmazione-  oppure attende per mettere a segno qualche colpo già a gennaio.

Qualche acquisto renderebbe maggiormente competitiva la squadra azzurra in vista delle altre due competizioni a cui partecipa  –oltre al campionato che ha già definito una probabile vincitrice- ovvero la Coppa  Italia e l’Europa League.

Ed allora: su via con il baraccone! Al  Napoli il mercato invernale potrebbe focalizzarsi su un nome su tutti, quello di Nicolò Barella, centrocampista classe 1997 del Cagliari– riporta Gianluca Di Marzio, noto giornalista esperto di calciomercato-  Il Club partenopeo  potrebbe provare l’affondo sul talento rossoblù già a gennaio ma solo se dovesse partire Allan. Al momento la soluzione più probabile è che rimanga a Cagliari fino a giugno.

…si susseguono le voci ed allora proseguiamo con Traorè e Bennacer per arrivare a Almendra. Ci informa  Alfredo Pedullà, giornalista: “Il Napoli sta giocando su diversi tavoli, ma per giugno. L’entourage di Almendra ha un accordo col Napoli: il ragazzo si è impegnato e stanno pressando sul discorso della clausola. Il Napoli non vuole pagarla giustamente e la questione andrà avanti così con Almendra tra Napoli e Inter, ma con gradimento verso la piazza azzurra.

Barella? Piace al Napoli che ha proposto 20 milioni più Rog e Ounas, ma non c’è nulla di nuovo”. 

…ed ancora, si parte da Lozano per arrivare a Kouame. Sul  giovane e prospettico attaccante del Genoa sembra che stiano lavorando  Giuntoli e Perinetti ed udite, udite! Valter De Maggio riferisce che potrebbe essere la settimana giusta per l’arrivo del calciatore.

Forse già a Gennaio l’attaccante ivoriano potrebbe vestire la casacca azzurra, evento straordinario ed eccezionale visto che aumentano i giocatori che mostrano scetticismo per giocare nel Napoli ed a trasferirsi all’Ombra del Vesuvio.

Assurde situazioni che si ripetono ad ogni sessione di calciomercato, chi sa per quale oscuro motivo o forse per alcuni… (dis)interessati consigli, da parte di personaggi che prendono a pretesto l’invivibilità nel capoluogo campano.

Invivibilità a Napoli? Attenzione! Situazione assurda ed ingiustificata per un professionista che potrebbe trasferirsi in una delle città più belle del Mondo, una metropoli  vivibilissima -in particolar modo- per coloro che possono permettersi una vita agiata.