Crea sito

Napoli: risposta a coloro che prontamente hanno messo Ancelotti sul banco degli imputati!

Non vi è critica -giustificata o meno- senza una analisi completa e non pretestuosa

Polemiche, critiche e altro verso il Napoli ed Ancelotti – definito addirittura da qualche collega come il maggiore responsabile della sconfitta della squadra azzurra contro l’Empoli–  lasciano basiti coloro che il calcio non lo seguono soltanto  da oggi…

Carlo Ancelotti,  in questo periodo, si sta adoperando per far giocare i calciatori che sono stati impiegati solo con un modesto minutaggio- nel corso della stagione- nonostante avessero dimostrato le loro qualità tecniche in altre circostanze.

Si comprende in quale modo sta operando il tecnico azzurro? Forse no, oppure si critica a prescindere. Lo staff tecnico del Napoli sta lavorando  sia in vista del prosieguo del cammino in Europa League e sia in prospettiva futura.

Prospettiva futura? Si, perché probabilmente –non avendo nulla da chiedere al campionato in corso-  Ancelotti sta valutando quale attaccante laterale, alla stregua di Mertens ed Insigne, può ricoprire, in modo proficuo, il ruolo di seconda punta dietro Milik.

Sono prove tecniche in vista delle dinamiche un mercato che vedrà alcuni giocatori abbandonare -anche momentaneamente- Napoli e chi potrà essere utile ala causa azzurra.

Contro l’Empoli, il tecnico azzurro, nel corso della gara, ha più volte ha richiamato Ounas a non defilarsi sulle fasce, ma a restare al centro insieme a Milik,  in modo da proporre una coppia centrarle composta da attaccanti in grado di coesistere: alternativamente uno da prima punta e l’altro da supporto in grado da  fornire suggerimenti al compagno più avanzato.

Ounas non è una seconda punta, ma un laterale alto:  ciò non toglie che, se un allenatore intravede una minima possibilità di utilizzare un calciatore in un ruolo occorrente al Napoli attuale e –soprattutto-  in vista di un pianificazione programmatica in sede di mercato,  ha tutto il diritto di sperimentare come fece Sarri che inventò Mertens nel ruolo di falso nueve.

Non si conosce ancora la valutazione definitiva data –da Ancelotti– alla prova effettuata con Ounas per trovare un altro falso nueve ed allo stesso tempo un attaccante da affiancare a Miik: valutazione essenziale per poter programmare il futuro in sede di calciomercato.

Resta la considerazione che, se non si comprende l’operato di Ancelotti e si critica a prescindere ogni tentativo per poter costruire un Napoli competitivo, si arrecano notevoli problemi al futuro della squadra.

Valutazioni sommarie e critiche pretestuose dopo una settimana di elogi e riconoscimenti vari, SENTENZIANO  –alla base di una partita giocata in modo non confacente alle possibilità del Napoli- una responsabilità con una verdetto molto discutibile:

Ancelotti viene, da alcuni medi, indicato come il responsabile della sconfitta in un match giocato contro avversari con grandissime motivazioni.

Si chiede aiuto alle locuzioni latine: Dat veniam corvis, vexat censura columbas. Oppure più semplicemente e saggiamente: De gustibus non est disputandum.

Vincenzo Vitiello per casanapoli.net